Scopri la tematica

Questa sezione ti permette di avvicinarti al Bilancio europeo, conoscere i passi fondamentali per la sua approvazione, scoprire come vengono reperite le risorse e come sono utilizzate; inoltre, puoi effettuare confronti sul territorio.

01

Introduzione

In questa sezione scoprirai cos'è il bilancio dell'Unione Europea, come le politiche europee si traducono in azioni concrete ed in che misura gli Stati membri beneficiano del budget complessivo.

definizione

Cos'è il Bilancio dell'Unione Europea?

Il bilancio europeo è lo strumento attraverso cui l'UE traduce in azioni concrete le strategie e le politiche concordate fra Stati Membri e definite per il periodo di programmazione . Il bilancio annuale espone in termini di entrata e di spesa le risorse che l'UE utilizza annualmente, entro i tetti stabiliti dal Quadro Finanziario Pluriennale.

02

Un bilancio sempre in equilibrio

L'Unione europea non ha mai un disavanzo di bilancio, non accumula debiti e spende solo quello che riceve. Anche se le cifre sembrano enormi, il bilancio annuale dell'Ue rappresenta meno dell'1% del valore totale dell'economia europea.

Entrate e spese totali

Quante sono le risorse messe a disposizione dalla UE?

Totale QFP 2014-2020

1.027,1 Mld

(Valore complessivo dei pagamenti previsti nel periodo)

Budget UE 2019

148,7 Mld

(Valore complessivo dei pagamenti previsti nel 2019)

Avanzamento del QFP

81,1 %

(Somma dei bilanci annuali dal 2014 al 2019 sul programmato totale per il periodo)

Fonte: Quadro Finanziario Pluriennale 2014-2020 e Proposta di Budget UE per il 2019

03

Il valore aggiunto

Il bilancio europeo è un bilancio per interventi di lungo periodo, destinato prevalentemente ad azioni che gli Stati membri possono finanziare più efficacemente insieme (come le infrastrutture o la ricerca) o attività che non sarebbe possibile finanziare attraverso i bilanci nazionali.

INCASSI E SPESE A CONFRONTO

Nel 2019 come prevede l'UE di spendere i soldi che incassa?

Fonte di riferimento: Proposta di Budget UE per il 2019
Dazi doganali (RPT) 14,44% Gettito IVA 11,93% Contribuzione degli Stati Membri (RNL) 72,35% Altre entrate 1,28% Competitività 13,77% Coesione 31,65% Risorse naturali 38,87% Sicurezza e cittadinanza 2,34% Europa Globale 6,40% Spese amministrative 6,70% Strumenti speciali 0,28%

Incassi 2019

  • Dazi doganali (RPT) 14,44%
  • Gettito IVA 11,93%
  • Contribuzione dagli Stati Membri (RNL) 72,35%
  • Altre Entrate 1,28%

Spese 2019

  • Competitività 13,77%
  • Coesione 31,65%
  • Risorse naturali 38,87%
  • Sicurezza e cittadinanza 2,34%
  • Europa globale 6,40%
  • Spese amministrative 6,70%
  • Strumenti speciali 0,28%

04

La mappa del bilancio Ue

La gran parte delle risorse del Bilancio UE viene acquisita dagli Stati membri e a questi distribuita secondo le priorità stabilite dall'Unione. Il bilancio UE comprende anche i finanziamenti destinati ai paesi terzi beneficiari, inclusi quelli in via di adesione.

DISTRIBUZIONE DEI FINANZIAMENTI AGLI STATI MEMBRI

Come vengono distribuiti i finanziamenti dell'UE agli Stati membri?

Nel
i finanziamenti destinati all'
 sono di 9.795,33 Mln
INTERVENTI PER RUBRICA

Quali sono gli interventi che l'UE finanzia con ciascuna rubrica?

Nel
in Europa con la rubrica
 sono stati finanziati interventi per 15.631,20 Mln

05

Un iter democratico

La Commissione europea redige il progetto di bilancio. Il bilancio annuale dell'Ue viene poi discusso e approvato dal Parlamento europeo (composto dai deputati eletti direttamente dai cittadini) e dal Consiglio (che rappresenta gli Stati membri).

CICLO DI BILANCIO

Qual è la procedura di formazione e approvazione del Bilancio UE?

Il Bilancio Generale dell'UE è il risultato di un iter complesso che ha inizio nel mese di marzo di ogni anno quando il Consiglio e il Parlamento europeo si incontrano per presentare le rispettive priorità da inserire nella proposta di Bilancio e termina solitamente a fine anno (novembre/dicembre) con l'adozione definitiva del Bilancio annuale.

Curiosità

Lo sapevi che?

L'Italia nel 2018 rappresenta il quarto contributore al Bilancio UE dopo Germania, Francia e Regno Unito
L'Italia è il secondo beneficiario di Fondi UE, dopo la Polonia, in importanti settori quali coesione e sviluppo rurale
Il Programma Erasmus+2014-2020 consentirà di recarsi all'estero a 4 mln di persone per migliorare il proprio percorso di studi

Esplora i dati

Approfondisci la conoscenza del Bilancio europeo: esplora entrate, spese e saldi in base a diversi criteri, misurane l'andamento nel tempo e fai confronti con gli Stati membri.

Vai

Analizza i risultati

Interpreta i dati del Bilancio europeo: analizza la gestione della spesa, consulta le analisi già elaborate o lavora coi dati open.

Vai