Scopri la tematica

Questa sezione permette di avvicinarti al tema dei conti pubblici, conoscerne le finalità e le grandezze principali.

01

Introduzione

I conti pubblici sono predisposti secondo diversi criteri e con diverse finalità.

definizione

Cosa sono i conti pubblici?

Il termine "conti pubblici" è solitamente utilizzato per indicare dati che aggregano secondo vari criteri e per diverse finalità le informazioni provenienti dai bilanci delle pubbliche amministrazioni. I conti pubblici comprendono la Contabilità nazionale, attraverso cui l'ISTAT compila il conto economico consolidato delle amministrazioni pubbliche, e il Conto consolidato di Cassa del Settore pubblico, redatto dalla Ragioneria Generale dello Stato.

02

Tiriamo le somme

Qualunque sia il sistema con cui vengono calcolati, l’andamento dei conti pubblici è sempre sintetizzato dai saldi (risultati differenziali tra entrate e spese). Dalla contabilità nazionale si ricava l’indebitamento netto della PA, anche rapportato al PIL; dai conti del Settore pubblico il fabbisogno di cassa.

INDICATORI DI FINANZA PUBBLICA

Quali sono i principali indicatori che si deducono dai conti pubblici?

03

L'Italia e l'Europa

Nell’ambito della contabilità nazionale, si costruiscono gli aggregati economici e i saldi che consentono il confronto, la valutazione e l'applicazione delle regole in ambito comunitario.

INDEBITAMENTO NETTO PA

Qual è il principale indicatore di finanza pubblica utilizzato per i confronti internazionali?

L'indebitamento (accreditamento) netto rappresenta il saldo tra il valore delle uscite e delle entrate, secondo il cosiddetto criterio della competenza economica che non coincide con il momento dell’effettivo pagamento o incasso. Viene rapportato al PIL ed è calcolato sulla base di regole comuni a tutti i Paesi UE per garantire l’omogeneità e comparabilità del dato. Qualora il valore del saldo sia negativo si parla di indebitamento, mentre in caso di saldo positivo di accreditamento.

Nel
 l'indebitamento netto della PA in Italia è stato pari a  ; in 
 è stato di  .

Fonte: Eurostat - aggiornamento del 22 ottobre 2021

Nel
 il rapporto indebitamento netto/PIL in Italia è stato pari a  ; in 
  è stato di  .

Fonte: Eurostat - aggiornamento del 22 ottobre 2021

04

La contabilità di cassa

Il conto consolidato di cassa del settore pubblico permette di valutare quanta disponibilità di cassa serve per far fronte a tutte le esigenze.

FABBISOGNO DI CASSA (SALDO DI CASSA)

Di quanta "cassa" ha bisogno il settore pubblico?

Il fabbisogno di cassa rappresenta il saldo tra tutti gli incassi e i pagamenti effettivi delle Amministrazioni Pubbliche. Tra i pagamenti, una quota rilevante è rappresentata dagli interessi sul debito pubblico, che l’Italia paga ogni anno. Il fabbisogno al netto di questa cifra si chiama saldo primario ed è normalmente positivo.

Nel
 il fabbisogno di cassa è stato pari a    e    sono stati gli interessi sul debito pubblico.

Fonte: DEF 2021, Fonte MEF

Nel
 l'avanzo primario è stato pari a  .

Fonte: DEF 2021, Fonte MEF

05

Due facce dello stesso "pubblico"

Nella Contabilità nazionale l’operatore pubblico è identificato con il settore delle "Amministrazioni pubbliche", mentre nella contabilità pubblica italiana con il "Settore pubblico". Anche se si articolano al loro interno in modo diverso, vi è una sostanziale coincidenza fra i due perimetri.

L'OPERATORE PUBBLICO

Qual è il perimetro istituzionale?

Nell'ambito della Contabilità nazionale, l'operatore è rappresentato dal settore delle Amministrazioni pubbliche. In questo caso, e in base alla definizione del Sistema europeo dei Conti 2010 (Sec2010), l'Ente è considerato pubblico in quanto svolge una .
Nell'ambito della Contabilità pubblica italiana, l'operatore è rappresentato dal Settore pubblico. In questo caso, l’Ente, indipendentemente dalla natura pubblica o privata del bene e/o servizio offerto, è considerato pubblico se è di proprietà pubblica.

Curiosità

Lo sapevi che?

Con il dl “Bollette” il Governo ha introdotto nuovi interventi di riduzione degli oneri fiscali sulle bollette di gas ed elettricità, pari a 3,5 Mld
Con la NADEF 2021 si prevede un aumento del 6% del PIL reale rispetto al 2020, superiore al 4,5% ipotizzato nel DEF in aprile. (Si stima un ulteriore aumento del 4,2% nel 2022, del 2,6% nel 2023 e dell'1,9% nel 2024)
In relazione al PNRR, sono stati già conseguiti 21 tra milestone e target 2021, pari al 41% del totale. Per i restanti, sono state attivate le procedure che assicureranno il loro conseguimento entro la scadenza prevista

Esplora i dati

Approfondisci la conoscenza dei conti pubblici: esplora i dati in base a diversi criteri di contabilizzazione e verificane l’andamento nel tempo.

Vai

Analizza i risultati

Analizza le singole voci dei conti pubblici: consulta le analisi già elaborate o lavora con i dati open.

Vai