Tutti i "Lo sapevi che..." di OpenBDAP

Da gennaio 2020 ad oggi con i fondi UE sono stati co-finanziati incentivi alle imprese per più di 20 milioni di euro (pari a circa il 78% del totale)​​​.
A gennaio 2020, tra le regioni del Sud, la maggiore quota di pagamenti per investimenti pubblici si è registrata in Campania (8,3% delle spese totali per investimenti sul territorio nazionale)
Nei primi due mesi del 2020 quasi un quinto dei pagamenti per opere pubbliche hanno riguardato interventi localizzati nel territorio della regione Lombardia (19,5% del totale)
Il rapporto deficit/PIL dell’Italia è previsto in miglioramento nei prossimi tre anni, passando dal -2,16% (2020) al -1,38% (2022)
Secondo le previsioni, nel 2020 le amministrazioni pubbliche spenderanno 175,24 Mld per redditi da lavoro dipendente (pari al 9,64% del Pil)
Nel 2020 si prevede che i pagamenti finali del settore pubblico ammonteranno a 906,71 Mld
A gennaio 2020 i Comuni si aggiudicano il primo posto sia come finanziatori (32,5% del totale) sia come realizzatori (70,5% del totale) di opere pubbliche
Nel 2019 le Amministrazioni locali hanno registrato in media un aumento degli investimenti del 9% rispetto all'anno precedente
A tutto novembre 2019 il 3% della spesa per investimenti dello Stato ha riguardato trasferimenti all’estero
A tutto novembre 2019 quasi il 7% degli interventi per opere pubbliche è stato realizzato da ANAS
Nel 2019 circa il 23% degli investimenti cofinanziati con fondi UE è stato destinato a Ricerca e innovazione
​​Le risorse destinate ai Sistemi stradali, autostradali e intermodali passano da 1,1 Mld previsti per il 2019 a 4,6 Mld per il 2020.
Per il 2019 le Regioni prevedono di destinare alla tutela della salute una cifra complessiva superiore a 121 Mld, in aumento dell’1,5% rispetto a quanto previsto per il 2018.
Nel 2018 i Comuni italiani hanno speso oltre 12 Mld in sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente.
Nel 2018 i Comuni italiani hanno registrato entrate complessive pari a 2,8 Mld a titolo di proventi derivanti dall’attività di controllo e repressione delle irregolarità e degli illeciti.
Nel 2018, le entrate della PA sono aumentate del 1,6% rispetto all‘anno precedente.
Nel 2018 le spese per consumi intermedi delle Amministrazioni locali ammontavano a quasi 147 mld.
Nel 2018, la spesa per Attività di pronto soccorso è aumentata del 8% rispetto all'anno precedente
​​Nel 2018, i costi per il personale del SSN sono lievemente saliti (+1,5% rispetto all'anno precedente)
Nel 2018, il patrimonio netto degli enti del SSN è rimasto sostanzialmente invariato rispetto all'anno precedente
Nel 2018 l’Italia è stata il quinto beneficiario di Fondi UE nel settore della competitività per la crescita e l’occupazione
Con quasi 48 mln di euro, nel 2018 l’Italia è stata il maggior beneficiario del Programma LIFE per la tutela dell'ambiente e del clima
Dal 2014, gli investimenti comunitari nel settore dei trasporti hanno finanziato la costruzione di più di 3000 km di nuove strade
Nel 2018 i Comuni italiani hanno speso oltre 3 Mld in ordine pubblico e sicurezza
Nel 2018 le Regioni italiane hanno speso più di 11 Mld per trasporti e diritto alla mobilità
Per il 2019 gli Enti territoriali prevedono di destinare, complessivamente, oltre 22 Mld allo sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente​
La spesa pubblica prevista per il 2019 è pari al 48,9% del PIL.
Le entrate delle Amministrazioni Pubbliche previste per il 2019 sono pari al 46,5% del PIL.
Nel 2018 il fabbisogno di cassa è stato di 41,1 mld, pari al 2,3% del PIL.
A tutto maggio 2019, circa un quarto della spesa per trasferimenti a imprese (24% del totale) è stata effettuata dagli enti appartenenti alla regione Veneto.
Nel 2018, circa un terzo degli investimenti cofinanziati da fondi UE hanno riguardato interventi a sostegno della competitività delle imprese (34% del totale).
Nel 2018 oltre il 60% degli investimenti in opere pubbliche monitorati è destinato al settore dei trasporti e delle reti infrastrutturali
Il Governo ha proposto per il 2020 un aumento del 64,4% delle risorse destinate allo Sviluppo sostenibile e alla tutela del territorio e dell'ambiente rispetto al 2019, passando da 1,2 a 2 Mld
Nel 2018 lo Stato ha sostenuto l'occupazione con 6,4 Mld
Nel corso del 2019 lo Stato ha previsto un aumento di 504 Mln destinati alle politiche per lo sviluppo e riequilibrio territoriale
Nel 2019 lo Stato prevede di spendere 8,4 Mld per l'istruzione universitaria
Nel triennio 2015-2017 il rapporto deficit/PIL dell'Italia è migliorato, passando dal -2,61% (2015) al -2,38% (2017).
L'indebitamento netto previsto per il 2019 è di -36,76 Mld di euro
Nel 2017 il rapporto deficit/PIL registrato nell'area UE a 28 Paesi è stato di -1%
Nel 2018 i Comuni sono stati gli Enti locali con maggiore spesa per investimento (circa il 53% degli investimenti effettuati dalle Amministrazioni locali)
Nel 2018 RFI è stato il principale realizzatore delle opere pubbliche monitorate (32,6% del totale) seguito da Comuni e Città metropolitane (25,4% del totale)
Nel 2019 lo Stato italiano sosterrà l'occupazione con 9,7 Mld
Nel corso del 2018 lo Stato italiano ha aumentato di 373 Mln le somme destinate a fronteggiare le calamità pubbliche
Nel 2017 lo Stato italiano ha speso 45 Mld per l'istruzione scolastica
L'Italia nel 2017 rappresenta il quarto contributore al Bilancio UE dopo Germania, Francia e Regno Unito
Ad oggi l'Italia è il secondo beneficiario di Fondi UE, dopo la Polonia, in importanti settori quali coesione e sviluppo rurale
Il Programma Erasmus+2014-2020 consentirà di recarsi all'estero a 4 mln di persone per migliorare il proprio percorso di studi
A tutto ottobre 2018, gli investimenti fissi lordi per la missione Ricerca e Innovazione del Bilancio dello Stato sono aumentati del 29% rispetto allo stesso periodo del 2017
Nel 2017 i Comuni italiani hanno speso più di 8 Mld in diritti e politiche sociali e per la famiglia
Nel 2017 le Regioni italiane hanno speso più di 125 Mld in tutela della salute
Nel 2017 le Province e le Città metropolitane italiane hanno speso più di 2 Mld in trasporti e diritto alla mobilità
A tutto luglio 2019, il 13,5% della spesa per investimenti è stata effettuata dagli enti appartenenti alla regione Lombardia.
Nel 2017 la spesa per Attività di prevenzione rivolte alle persone è aumentata del 20% rispetto all'anno precedente
Circa un quarto della spesa del SSN è costituito dai costi per il personale (27,6% nel 2017).
Nel 2017 le passività del SSN sono lievemente aumentate, +2,2% rispetto all'anno precedente