Indice

Executive summary

I principali risultati dell’analisi sulle procedure di affidamento avviate dai Comuni

Le procedure di affidamento

L’evoluzione sul territorio delle procedure di affidamento per lavori dei Comuni nel periodo 2013-2019

La dimensione dei Comuni

L’analisi dei diversi andamenti delle procedure di affidamento per lavori in relazione alla dimensione dei Comuni committenti

Gli importi medi delle procedure

Un’approfondimento sulla distribuzione sul territorio e per classe dimensionale dei Comuni degli importi medi per singola procedura

Le procedure e lo sviluppo economico

Studio della relazione, su scala regionale, che intercorre tra importi delle procedure di affidamento per lavori dei Comuni e sviluppo economico

00
Appendice

Andamento delle procedure avviate dai Comuni: ulteriori tabelle e dati

Highlights

UNA RIPRESA DISEGUALE SUL TERRITORIO

Dopo la brusca frenata occorsa nel 2016, i Comuni registrano una graduale ripresa delle procedure di affidamento per lavori pubblici culminata nel 2019, primo anno in cui le procedure si sono attestate a livelli superiori di quelli riscontrati nel 2015. Il rilancio delle procedure, sebbene generalizzato, non è uniforme sul territorio nazionale: una ripresa più sostenuta, rispetto al 2018, si ha nelle regioni del Sud (+652 mln) e le regioni del Nord-Ovest (+225 mln), mentre il valore delle procedure resta pressoché immutato nelle Isole (+10 mln).

Procedure di affidamento di lavori pubblici avviate dai Comuni per ripartizione geografica
Procedure di affidamento di lavori pubblici avviate dai Comuni nel 2019 – Importi medi per ripartizione e classe dimensionale
GLI IMPORTI MEDI PER PROCEDURA NEL 2019

L’analisi evidenzia una correlazione tra importi medi per procedura e dimensione dei comuni, ovvero a classi dimensionali maggiori corrispondono importi medi più elevati con differenze maggiori per i comuni de Nord-Ovest. Questa relazione appare verificata per tutte le macro-aree geografiche ad eccezione del Sud. In questa area i comuni fino ai 5.000 abitanti presentano un valore medio per procedura pari a 310.000 euro che risulta essere ben più elevato della media nazionale ed allineato con i valori medi per procedura dei comuni di maggiori dimensioni.

UNA RIPRESA DISEGUALE SUL TERRITORIO

Dopo la brusca frenata occorsa nel 2016, i Comuni registrano una graduale ripresa delle procedure di affidamento per lavori pubblici culminata nel 2019, primo anno in cui le procedure si sono attestate a livelli superiori di quelli riscontrati nel 2015. Il rilancio delle procedure, sebbene generalizzato, non è uniforme sul territorio nazionale: una ripresa più sostenuta, rispetto al 2018, si ha nelle regioni del Sud (+652 mln) e le regioni del Nord-Ovest (+225 mln), mentre il valore delle procedure resta pressoché immutato nelle Isole (+10 mln).

Procedure di affidamento di lavori pubblici avviate dai Comuni per ripartizione geografica
GLI IMPORTI MEDI PER PROCEDURA NEL 2019

L’analisi evidenzia una correlazione tra importi medi per procedura e dimensione dei comuni, ovvero a classi dimensionali maggiori corrispondono importi medi più elevati con differenze maggiori per i comuni de Nord-Ovest. Questa relazione appare verificata per tutte le macro-aree geografiche ad eccezione del Sud. In questa area i comuni fino ai 5.000 abitanti presentano un valore medio per procedura pari a 310.000 euro che risulta essere ben più elevato della media nazionale ed allineato con i valori medi per procedura dei comuni di maggiori dimensioni.

Procedure di affidamento di lavori pubblici avviate dai Comuni nel 2019 – Importi medi per ripartizione e classe dimensionale

LE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER LAVORI DI OPERE PUBBLICHE DEI COMUNI: UN’ANALISI TERRITORIALE

Dati relativi al periodo 2013-2019

Analisi sull’andamento delle procedure di affidamento per lavori pubblici avviate dai Comuni nel periodo 2013-2019

Consulta gli altri quaderni

Argomenti di OpenBDAP correlati